Welfare Aziendale per i bisogni delle persone e le necessità delle imprese

É stato molto interessante per me aver ricominciato l’attivitá politica ,dopo qualche giorno di vacanza , partecipando al meeting di Rimini.
Sono intervenuta ad un dibattito sul welfare aziendale, una delle misure più importanti di questa legislatura. Nella mia comunicazione ho ripreso la frase simbolo dell’assise, presa in prestito da un grande dell’umanitá Wolfgang Goethe” quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo” per rispondere alla domanda di Bernhard Scholz, presidente della Compagnia delle opere, su che cosa ha guidato noi legislatori nella definizione della normativa. L’ereditá del passato rispetto al welfare aziendale é che la normativa di riferimento , contenuta giá nella legge di bilancio 2016 , rappresenta un sostegno al vivere meglio nel lavoro e si inserisce dunque nella scia delle battaglie che negli anni scorsi le grandi organizzazioni sindacali e i movimenti democratici hanno realizzato per migliorare le condizioni di vita delle lavoratrici e dei lavoratori.
Il welfare aziendale é terreno di incontro tra le esigenze di:
– crescita dell’economia del nostro paese, attraverso il legame della norma con l’aumento di produttivitá,
– sostegno alla contrattazione di secondo livello aziendale e territoriale,
– investimento su una politica pubblica che, attraverso forti sgravi fiscali,
agevola gli accordi tra le parti per il benessere aziendale,
– rimessa in moto del sistema delle ricompense in un rapporto diverso tra salario fisso, premi di risultato e benefit ( scelta demandata dalla normativa alla volontá delle lavoratrici e dei lavoratori)
– spinta alla democrazia economica;
– politiche di conciliazione tra lavoro e famiglia per rispondere ai cambiamenti sociali e ai desideri delle persone a partire dal desiderio di maternitá.
Questi i principali punti del nostro “riguadagno” come si recitava nel Faust di Goethe.
Inoltre per “possedere” il lascito e il riguadagno, nostra cura sará diffondere la normativa, farla conoscere, creare un circolo virtuoso tra responsabilitá sociale d’impresa e risorse dello Stato, dare al protagonismo delle parti la possibilità di interpretare e rappresentare i bisogni delle persone delle nostre comunitá, tenere insieme necessitá aziendali e differenze territoriali. Nel prossimo futuro dovremmo stimolare l’applicazione della normativa nelle regioni del Sud e nel mondo delle piccole e medie imprese. I recenti dati forniti dal Ministero sui depositi dei contratti con 25349 contratti aziendali e territoriali depositati e 12711 quelli ancora arrivi, ci consegnano una realtá positiva per la diffusione della legge e ci indicano, nello stesso tempo, dove agire in maniera più incisiva. Ma soprattutto i provvedimenti offrono opportunitá per non lasciare sole le persone quando hanno necessitá di cura di bambini ed anziani, di formazione, di spostamenti tra casa e lavoro, di lavoro agile e di tutto quello che la normativa prevede. É necessario peró tenere le misure previste fortemente ancorate al grande tema di una Politica di conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, che é il grande lascito dell’impegno soprattutto delle donne e delle nostre madri.
Il governo di una societá complessa, all’interno della quale i bisogni individuali sono sempre più differenziati, richiede la necessitá e la responsabilitá di ridisegnare un nuovo modello di Welfare, come insieme di interventi nazionali, locali ed aziendali connessi ed in armonia tra loro.

Sono rimasta molto impressionata nella mia esperienza del meeting dal ruolo che si é attribuito alle “testimonianze” sia nei dibattiti sia nella mostra sul lavoro allestita “Ognuno il suo lavoro”.
Nel tour che abbiamo condotto come JobsInAction per diffondere la normativa sul welfare aziendale abbiamo raccolto anche noi esperienze e testimonianze. Una lavoratrice di una piccola azienda ci ha detto” chi sta meglio, lavora meglio”.
Ed è proprio questa frase il “senso” della importante acquisizione normativa, che ha mosso noi legislatori.

Annamaria Parente

36636564591_117aa9edb6_z36775799665_f45d883558_z35941163224_39d6b2a12e_z35966743803_418a42647d_z