Ancl: al festival del lavoro con proposte concrete

un articolo di Anclsu.com

L’Ancl e il Centro Studi nazionale in occasione del Festival del Lavoro a Roma, hanno organizzato un evento sul tema “Il Jobs Act alla prova dei fatti: più flessibilità nei rapporti di lavoro” per il 30 giugno

Grande partecipazione di pubblico con sala colma oltre le previsioni nell’evento che ha tenuto l’Ancl nell’ambito del Festival del Lavoro in corso di svolgimento a Roma. L’evento è stata l’occasione per una sintesi delle proposte correttive dell’Ancl al Jobs act, apprezzatissime e particolarmente applaudite dalla platea dei partecipanti, peraltro condivise dalla Sen. Annamaria Parente (Capogruppo PD in Commissione Lavoro Senato) che ha assunto pubblico impegno a rendersene interprete presso il Governo per proporre i provvedimenti del caso. “ Sono particolarmente entusiasta del successo dell’iniziativa” – ha commentato il Presidente Ancl Francesco Longobardi che ha introdotto i lavori – “perchè riusciamo come sempre ad andare al cuore dei problemi e a proporre anche specifiche soluzioni. Nonostante la concomitanza di altri importantissimi eventi nell’ambito del Festival, la partecipazione dei Colleghi è stata straordinaria e estremamente partecipata. Va il mio ringraziamento a quanti si sono spesi non poco e con competenza alla realizzazione dell’evento”. Dal part time agevolato, alle dimissioni telematiche da estendere ai Consulenti del Lavoro, dalla stretta sui voucher ai contratti di prossimità, lo staff schierato al tavolo dei relatori ha affrontato le criticità di taluni aspetti emergenti dalla bozza di decreto correttivo del jobs act proponendo alternative e soluzioni. Al termine dell’evento in considerazione della pregevolezza delle proposte avanzate, si è convenuto di far pervenire agli organismi parlamentari un documento di sintesi da sottoporre in Commissione Lavoro in occasione dell’esame dei provvedimenti correttivi.